L’amore per la lettura non ha età

bimbo_lettura

L’editoria per bambini e ragazzi, un mondo tutto da scoprire!

Eccoci qua! Finalmente un articolo che volevo scrivere da tempo!

Editoria per ragazzi! Che dire di più? Personalmente quando vado in libreria amo passeggiare tra gli scaffali del reparto bambini e ragazzi per tre motivi:

  1.  Le copertine. Non so se avete mai fatto caso alle copertine tristi, monotematiche, spente che ci sono per gli adulti (un giorno farò un post anche su questo!). Gli editori non si rendono conto? La copertina è la prima cosa che attira un lettore e allora perché farne di così orribili? Nel reparto dedicato ai più giovani c’è un tripudio di colore, allegria e creatività!
  2. Le facce dei bambini. Ma avete mai fatto caso a come un bambino stringe tra le braccia, forte forte, il libro che mamma e papà le sta per comprare? Beh io si, e quasi mi commuovo, sembra che stia stringendo il regalo più bello, perfetto e unico del mondo!
  3. Tutto è possibile! Quelle storie di fate, principesse, draghi, maialini riescono a trasmetterti così tanta serenità e pace. Ecco perché la maggior parte dei genitori legge la favola della buonanotte al proprio figlio per circa tre volte. Perché è una coccola che si concede a sé stesso, è un po’ come tornare bimbi quando tutto era possibile.

L’editoria per ragazzi e bambini sicuramente non sta risentendo della crisi attuale. Diciamo che è l’unica a non essere in perdita ma, anzi, in crescita.

C’è anche da dire che ci sono tante case editrici che editano libri per ragazzi ma, come sempre, ci sono libri e libri.

Lungi da me parlar male di una casa editrice ma voglio fare chiarezza su una domanda che mi viene posta molto spesso. Perché ci sono libri per bambini che costano veramente tanto e libri che sono venduti a prezzi veramente ridicoli (per esempio 5,90 €)?

La risposta è altrettanto semplice. Tutto è legato alle tirature, come sempre, aggiungerei io! cerco di spiegarmi meglio: se un editore fa una prima tiratura del libro di 1000/2000 copie il prezzo di copertina sarà inevitabilmente alto, rispetto a editori che fanno tirature di 10.000/20.000 copie, puntando quindi sulla quantità!

Infine a completare il quadro va tenuto sempre presente che stiamo parlando di libri a colori, con carta patinata, con copertina rigida, insomma tutti elementi che fanno accrescere la spesa di produzione del testo.

Certamente il prezzo non sempre indica la bellezza di un libro. Saranno i vostri figli a scegliere il titolo che lo catturerà, magari sarà rapito da un colore, da una parola, da un personaggio, da un particolare insignificante. Ciò che conta è che vostro figlio impari ad amare la lettura!

Proprio riguardo a questo mi preme segnalare a genitori, autori e case editrici NATI PER LEGGERE, il suo scopo? Dal 1999 promuove la lettura ad alta voce ai bambini da 6 mesi a 6 anni. Inoltre legata a questa bella iniziativa c’è un Premio Letterario, diviso per fasce di età (ecco il bando), dedicato ad autori e case editrici. Proprio una bella iniziativa supportata da molti pediatri che in occasione delle visite di routine si informano proprio sull’attenzione che il bimbo dà al libro.

Infine che consiglio posso dare agli aspiranti autori di libri per ragazzi? Non fissatevi sulle grandi case editrici! Ci sono editori più piccoli che fanno un lavoro meraviglioso. Quindi fate una ricerca sul web e valutate attentamente! non sempre una grande casa editrice garantisce il successo di un libro.

Spero di aver dato una quadro esaustivo di questa parte dell’editoria. A questo riguardo prossimamente, nella sezione recensioni, dedicherò un articolo ai libri per bambini che finora ho apprezzato (che soprattutto mia figlia adora). Invece per gli aspiranti autori di libri per ragazzi, nei prossimi giorni troverete nella sezione interviste, una bella chiacchierata con Simona Barugola che da poco ha pubblicato con Di Marsico il suo nuovo libro, Ritorno a Mondo Antico. La testimonianza delicata di una scrittrice dotata di una grande qualità: la fantasia!