…E non fanno rumore di Claudio Capretti

…E non fanno rumore

di Claudio Capretti

Gennaio è un mese strano. Ci lasciamo alle spalle il vecchio anno per ricominciare con dei buoni propositi che puntualmente, per un motivo o per un altro vengono disattesi.

In questo gennaio 2016, Intrecci Edizioni vuole puntare su due novità editoriali. La prima ve l’abbiamo presentata la scorsa settimana (questo il link per chi se la fosse persa), oggi vogliamo parlarvi della seconda novità fresca di stampa.

…E non fanno rumore di Claudio Capretti è un testo che percorre un viaggio che non tutti hanno il coraggio di fare perché è in grado di farti scontrare con una realtà dura e dolorosa come quella delle carceri italiane.

Intrecci Cop Brandi1 nuovo Stampa

Claudio Capretti è infatti volontario nelle carceri italiane, un ruolo il suo estremamente delicato in quanto deve essere affrontato con una forza d’animo che non tutti possiedono.

Molti raccontano di un’esperienza di volontariato in carcere e tutti confermano che sia stata bella ma allo stesso tempo estremamente difficile perché si viene a contatto con una realtà molto lontana dalla nostra, si conoscono persone che molto spesso vivono ai margini della società, persone che hanno commesso un errore, anche grave, che è difficile non giudicare.

Ed è questo la chiave trainate di tutto questo testo: il non giudicare e la Misericordia.

Riuscire a vedere chi ci sta di fronte senza alcun tipo di filtro, ascoltare la sua storia e non giudicarla, anzi tendere una mano in segno di aiuto perché in fin dei conti una persona sola e che viene lasciata ai margini non riuscirà mai a superare e a non commettere più gli stessi errori.

Il Rumore, La Memoria, Il male, Le Parole, Il Volto, Le Lacrime, Le Mani, Il Tempo, Gli Sguardi, Il Bene sono i racconti che compongono questo testo denso di vita vissuta. Tutti elementi che l’Autore ha individuato nelle storie di coloro che ha incontrato e incontra durante la sua opera di volontariato ma anche sensazioni che ha vissuto, come il rumore dei cancelli che si chiudono alle spalle di chi entra in un carcere.

Il nostro è un invito alla lettura attenta di questo testo delicato e profondo allo stesso tempo.

 

Per saperne di più

“Che cosa ti dice questo rumore?” Lo chiesi un giorno a Riccardo dopo aver sobbalzato entrambi al rumore di un cancello che qualcuno aveva chiuso con forza.

Lui mi fissò, e poi mi diede la più secca delle risposte che mai avrei immaginato.

“Vedi come ti ho fregato? Questo è ciò che mi dice il rumore dei cancelli che si chiudono dietro o davanti a me. La sintesi di ciò che vivo è racchiusa in quel rumore che inevitabilmente ascolto molte volte nell’arco della giornata. E ogni volta, non fa che ripetermi la medesima canzone stonata che non posso esimermi dall’ascoltare. E il titolo è sempre quello: Vedi come ti ho fregato?”

CLAUDIO CAPRETTI è nato a Rocca Priora (RM) il 12 dicembre 1962; è sposato con tre figli. È in servizio nell’Esercito Italiano come 1° Maresciallo Luogotenente. Collabora con il mensile «Ecclesia in c@mmino» della diocesi suburbicaria di Velletri – Segni. Ha pubblicato nel 2013 con la Casa Editrice Velar-Marna il libro Carissimo uomo dove sei?. Ha pubblicato nel novembre del 2014 con la Casa Editrice Aracne il libro La Misericordia e… È volontario presso la Casa Circondariale di Velletri.

Pagine: 144

Prezzo: 13,00 €

pulsante-acquista-adesso-ar