Più Libri Più Liberi 2014

logo rosso_scritta dentro400 editori, oltre 300 eventi e 5 giorni di esposizione ti aspettano al Palazzo dei Congressi dell’Eur.

E ci risiamo di nuovo! Anche quest’anno come ogni anno prende il via la kermesse più importante della piccola e media editoria.

Negli anni precedenti ho vissuto in prima persona le emozioni della Fiera, la stanchezza e la soddisfazione che accompagnano le case editrici in questi 5 giorni.

Per tutti coloro che non hanno mai visitato questa Fiera cercherò di spiegarvi cosa potrete trovare. Prima di tutto come già accennavo Più Li Più Liberi è la fiera della piccola e media editoria, quindi non aspettatevi di trovare editori come Mondadori o Rizzoli; sicuramente troverete una grande quantità di editori e potrete girovagare tra i vari padiglioni e trovare titoli altrettanto interessanti.

La Fiera è strutturata su due piani. Al piano terra ci sono la maggior parte degli stand, il secondo piano invece è dedicato alle sale presentazioni ad altri stand e allo spazio bambini gestito dalle Biblioteche di Roma.

Promossa e organizzata dall’Associazione Italiana Editori, la Fiera torna dunque a proporre una panoramica completa e variegata su tutte le realtà nazionali che si avventurano nelle rotte meno battute dal mainstream e dai grandi marchi, portando alla luce nuovi talenti e futuri bestseller, stuzzicando la curiosità del lettore e alimentando la diversità culturale del paese.

Molti gli ospiti internazionali che arricchiranno questa tredicesima edizione. A partire da autori già conosciuti e molto amati, come il romanziere svedese Björn Larsson, che in Diario di bordo di uno scrittore (Iperborea) racconta le passioni più intense della sua vita, dalla barca a vela all’Italia (il 6 dicembre alle 18, con Fabio Stassi), e come il giornalista-scrittore messicano Diego Enrique Osorno, tra gli ospiti più applauditi di Più libri più liberi 2013, che torna a Roma per presentare Un cowboy attraversa la frontiera in silenzio (La Nuova Frontiera) il 7 dicembre alle 12 con Attilio Bolzoni e Piero Melati.

Quello raccontato dagli ospiti italiani a Più libri più liberi è un paese a trecentosessanta gradi, protagonista della fantasia degli scrittori, dei reportage dei giornalisti, delle tante e diverse forme in cui si possono plasmare i contenuti di un libro. A Roma il pubblico può incontrare decine di autori, scoprire le novità in uscita, approfondire i temi attraverso tavole rotonde, reading, interviste. Spazio, quindi, alla narrativa tutta made in italy, alla poesia illustrata. Cinema, televisione, teatro, documentario, festival. Anche il racconto per immagini e i suoi interpreti partecipano a Più libri più liberi, a volte come protagonisti principali di incontri, altre in veste di co-relatori e intervistatori.

Ed infine il recupero del passato, il racconto del presente e lo sguardo verso il futuro del nostro paese – attraverso l’esperienza di politici, magistrati, sindacalisti, imprenditori, giornalisti – sono invece protagonisti di uno spazio dedicato all’attualità che ogni anno

Da segnalare per i genitori lo spazio dedicato ai Più Piccoli gestita dalle Biblioteche di Roma. Nello Spazio Ragazzi, diviso in Area incontri e Area laboratori si realizzano, per l’intera durata della manifestazione, letture ad alta voce, presentazioni di libri e laboratori. I bambini e i ragazzi possono avventurarsi fra i libri di storie illustrate, favole, filastrocche da leggere o semplicemente sfogliare scoprendo la magia della lettura condivisa; partecipare ai numerosi laboratori e provare il piacere della lettura, insieme alle mamme e ai papà, con Nati per leggere.

Prima di lasciarvi alle informazioni di servizio (orari – costo biglietti – ecc.) voglio riportarvi la mia deludente esperienza con l’ente organizzativo. C’è per gli addetti ai lavori un pass professionale che dà diritto ad entrare in questi giorni di Fiera e partecipare agli eventi dedicati agli addetti ai lavori.

Io sono una freelance del campo editoriale: collaboro con editori saltuariamente e continuativamente con un’Agenzia Letteraria di Torino. Ebbene ho contattato la segreteria organizzativa poiché, nel modulo per ottenere tale pass, non c’era la casellina AGENZIA LETTERARIA, beh mi è stato risposto che per quest’anno non è previsto il pass per le agenzie. A quanto pare non siamo “addetti ai lavori”, mi è sembrata una discriminazione bella e buona!

BUONA FIERA A TUTTI!

Ecco gli orari apertura:

Giovedì 4 dicembre     10-20
Venerdì 5 dicembre     10-20
Sabato   6 dicembre     10-20
Domenica 7 dicembre  10-20
Lunedì 8 dicembre       10-20

Ed ecco il costo dei biglietti:

Biglietto intero: 7 euro
Biglietto convenzionato: possessori di biglietto obliterato in giornata, o carta Metrebus/ Bibliocard: 5 euro
Biglietto ridotto: (ragazzi tra 11 e 18 anni e visitatori oltre i 65 anni): 4 euro; Possessori Carta giovani europea e Carta CTS Experience 3,5 euro.

Gratuito: ragazzi fino a 10 anni, operatori professionali, classi accompagnate da insegnanti e gruppi universitari con docente, studenti universitari giovedì 4 e venerdì 5.

Rampa per accesso disabili: retro Palazzo dei Congressi – Viale della Pittura.

Di seguito vi lascio tutti i link che potrebbero servirvi:

SITO UFFICIALE http://www.piulibripiuliberi.it/menu2009/HOME.aspx

PAGINA FACEBOOK https://www.facebook.com/piulibri.piuliberi?fref=ts

TWITTER https://twitter.com/piulibri2014?lang=it