libro

Ecco la vincitrice del giveaway di “Fuoco e ghiacco”

LA VINCITRICE DEL GIVEAWAY È….

Ed eccoci qua la vigilia di Natale!

L’influenza ha cercato di fermarci ma non ce l’ha fatta!

E così ecco pronti per decretare la vincintrice del giveaway del libro di Carmilla D., “Fuoco e ghiaccio”.

L’estrazione è stata fatta su random.org (potete vedere il video postato su instagram e face book).

Vi elechiamo le fortunate che hanno partecipato al concorso (l’elenco è stato fatto su base temporale dalla prima che ha partecipato all’ultima).

  1. Dany220577
  2. black_library
  3. mikychica
  4. memoriediunalettrice
  5. smeraldimarco
  6. pensierisconnessi
  7. oriettacitti
  8. valeriasalvato

Momento di suspance…. trullo di tamburi…. NUMERO 6

PENSIERISCONNESSI

La vincitrice verrà contattata in privato per l’invio del premio!

Grazie a tutti quelli che hanno partecipato!!

Premio Letterario “Amori possibili”

Natale?? Ecco il nostro primo Premio Letterario per lettori!

Ebbene sì! 15349810_203040850103943_6926374417743735664_n

Anche quest’anno sta per arrivare il santo Natale siamo tutti indaffarati nello scegliere il regalo giusto.

Anche in redazione non sapevamo cosa regalarvi e l’unico modo che ci è venuto in mente è quello di farvi divertire e tenervi compagnia per tutte le feste che stanno per arrivare.

Non voglio svelarvi ma nelle prossime settimane avrete delle interessanti novità!

La prima?

Beh sicuramente uno sconto per voi lettori dall’8 dicembre sino al 6 gennaio i nostri libri e i nostri e-book saranno scontati del 20%!

La seconda?

Volevamo stupirvi con effetti speciali e così abbiamo deciso, insieme all’eclettica mente del nostro autore Maurizio Corrado, di creare un Premio Letterario dedicato soltanto ai lettori!

Non ci credete? Ecco tutti i dettagli!

Read More

Il nostro regalo di Natale: vi presento il dott. Brando – Diario di Bordo di un Editore

Il Natale si sta avvicinando e in redazione ci stavamo chiedendo quale potesse essere il regalo migliore per voi che leggete il nostro blog e ci seguite con affetto sui Social Network.

Volevamo organizzare un contest ma insomma in fin dei conti è sempre Natale e a Natale si ricevano regali. Ed è proprio un regalo che vogliamo farvi.

Da martedì 22 dicembre e per tutto il periodo natalizio visitando il nostro sito potrete scaricare gratuitamente un racconto: Il Natale del dott. Brando.

Vi piace come idea?

A noi tanto!

Ma chi è questo dott. Brando?

Oggi ve lo vogliamo presentare attraverso un’intervista per cercare di stimolare la vostra curiosità.

Lasciamo la parola a Maurizio Corrado colui che alcuni anni fa ha conosciuto Brando e ha deciso di mettere nero su bianco le sue storie.

Buona Lettura!

Read More

Ciro Brandi, Figlio di nessuno

Brandi_Copertina_sito

Il nostro primo titolo di narrativa.

Oggi esce Figlio di nessuno di Ciro Brandi.

La prima volta che abbiamo letto questa proposta editoriale siamo rimasti colpiti dalla durezza, dalla rabbia, dalla delusione che emergono da questa lunga lettera, che l’autore scrive ad un amico che non c’è più, in cui racconta della sua vita e della sua crescita senza una madre e un padre al suo fianco.

Ma questo testo è anche pregno di amore e di speranza. La speranza che si possa un giorno perdonare chi ti ha fatto tanto soffrire, la speranza di poter cambiare le cose e l’amore di chi, nonostante tutto, è riuscito a dedicare le sue forze agli altri.

Leggendo questo testo probabilmente, alla fine, vi scenderà una lacrima, perché è un sentimento di commozione che il libro provoca in chi lo legge. Commozione profonda e intensa per un autore che ha saputo narrare il suo dolore e la sua speranza.

Per saperne di più

“Ringrazio i miei genitori per avermi dato la dato…” è l’inizio di una storia vera e toccante; un viaggio attraverso gli occhi di un bambino che racconta come è diventato uomo attraverso il sacrificio e la solitudine senza perdere mail la speranza.

Oltre l’allontanamento dai genitori e l’accoglienza in comunità, è un “figlio di nessuno” a narrare di relazioni umane, del calore, dell’affetto e dell’ascolto di cui ogni bambino avrebbe bisogno per crescere; e questo con l’unico obiettivo di stimolare la responsabilità di ognuno nel proprio compito di genitore, educatore, insegnante, formatore, psicologo…

“Sono figlio di nessuno” è l’affermazione impaurita e consapevole di chi non conosce il valore di una famiglia e proprio per questo percepisce di essere in difetto senza però conoscere le ragioni profonde.

Questo libro è un tributo al coraggio e alla vita, perché al di là dell’abbandono e della solitudine si apre l’universo della ricchezza umana e si può scegliere di essere più forti e vincere.

 

Ciro Brandi, nato a Trento nel 1976, iscritto al terzo anno di Scienze della Formazione e Educazione a Padova, nel 2000 ha avuto una prima esperienza lavorativa nel sociale per poi collaborare dal 2007 ad oggi in vari progetti comunitari.

pulsante-acquista-adesso-ar

Pagine: 80

Prezzo: 12,00 €

Collana: Enne

ISBN: 978-88-9955-002-8

 

Intervista a Teresa Nardulli

Nardulli_Stampa14x20A_4Da pochi giorni ha ottenuto una Segnalazione di Eccellenza per la sezione Progetti Formativi relativa al progetto “Il tutor clinico” conferitagli dall’AIF (Associazione Italiana Formatori) per la XIV Edizione del Premio Filippo Basile, Teresa Nardulli, autrice del saggio La relazione terapeutica tra professionista sanitario e paziente, Intrecci Edizioni 2015, torna a Roma con una grande soddisfazione per il lavoro svolto fino ad ora.

Noi della redazione abbiamo voluto rivolgerle qualche domanda, forse un po’ scomoda, ma che molti italiani in merito all’organizzazione sanitaria si pongono quotidianamente.

 

 

 

 

  • Il “Capitale umano” è un tema molto dibattuto. Un regista come Virzì gli ha dedicato un film dal sapore amaro. Ma non tutti sanno effettivamente cosa sia. In quali termini può essere definito il “capitale umano”?

È un film visto e molto apprezzato per il modo con cui Virzì, seppur in modo realistico ma dal sapore amaro, come sottolinea lei, ci fa riflettere su cosa resta del singolo individuo, della sua irripetibile unicità, della sua morale, della sua dignità, in un mondo dove il denaro e il profitto economico rappresentano il parametro di valutazione di ogni essere vivente e non.

Anche in ambito sanitario i DRG (diagnosis-related groups) permettono di quantificare economicamente l’assorbimento di risorse e quindi di remunerare ciascun episodio di ricovero. Uno degli obiettivi è quello di controllare e contenere la spesa sanitaria, che è si cosa giusta contro gli sprechi eccessivi del passato, il testo del libro mira proprio a questo e cioè sottolinea che non bisogna trascurare e mai mettere da parte la relazione terapeutica tra professionista sanitario e paziente in nome di un badget che va tenuto sotto controllo economicamente.

La medicina ha necessità più di altri sistemi aziendale dell’umanizzazione delle cure.

A man who knows the price of everything and the value of nothing diceva Oscar Wilde.

Read More

La Relazione Terapeutica tra Professionista Sanitario e Paziente di Teresa Nardulli

Nardulli_Stampa14x20A_4

Non poteva iniziare meglio questa settimana!

Un’inaugurazione speciale: quella del nostro catalogo.

Esce oggi in libreria e in tutti i principali store online il libro della nostra autrice Teresa Nardulli.

La relazione terapeutica tra professionista sanitario e paziente è un testo di saggistica ospitato nella nostra collana ESSE di Intrecci dedicato ad un tema molto studiato e dibattuto negli principali atenei italiani: quello appunto tra professionista sanitari e paziente.

Read More

Diario di Bordo di un Editore – Settimana 2

Quando arriva il venerdì in redazione tiriamo le somme della settimana appena passata.

Questa è stata una settimana faticosa che ci ha visti lavorare fino a tardi per poter leggere le proposte editoriali che ci sono arrivate durante la pausa estiva.

In un sito, non mi ricordo quale, ho letto che un editore “serio” è quell’editore che ci mette dai tre ai due anni a valutare un testo. Quindi ho pensato: per soddisfare tale aspettativa dovremmo almeno far attendere gli autori un tempo infinito o quasi biblico. Ci chiedevamo: veramente questa è una caratteristica fondamentale, direi quasi oggettiva e imprescindibile?

Read More

Il libro del male – Recensione

59359q-MSSRKEND

 

In libreria il secondo libro di James Oswald, Il libro del male, Giunti.

Qualche settimana fa arriva sul mio account una mail da parte dell’Ufficio Stampa di Giunti. Mi avevano scelto per fare una recensione al libro di prossima uscita di James Oswald – Il libro del male. Ovviamente ho accettato con estremo entusiasmo. Purtroppo però tra libri che erano già in lista di attesa e impegni vari non sono riuscita a pubblicare la recensione a ridosso dell’uscita del libro. Ciò che è sicuro è che ho letto il libro e me lo sono gustato.

Ma partiamo dal principio e cioè dall’autore! James Oswald fa parte della schiera di autori che si sono autoprodotti su Amazon! Voi vi chiederete come ha fato ad arrivare fin qui!? Beh questa è una cosa che non tutti gli autori agli esordi sanno, ma molto spesso le grandi case editrici tengono sott’occhio le classifica di vendita degli ebook per poi fare una vera e propria azione di scounting.

Questo è ciò che è successo a Jemes Oswald, che vive in una fattoria in Scozia, e che ad un certo punto ha deciso di pubblicare il proprio testo in ebook. Nel giro di pochi mesi il testo è stato scaricato da 350.000 lettori. Questo incredibile successo ha attirato l’attenzione di Penguin, che con un’offerta altissima ha acquistato i diritti di tutta la serie, poi venduta in 12 Paesi.

Devo dire che di talento il Mr Oswald ne ha tanto e spero che la Giunti abbia acquistato i diritti per gli altri tre libri della serie. Ma parliamo un po’ del libro.

Non starò qui a tediarvi con la trama, per questo vi lascio il link che rimanda alla pagina della Giunti, dove potete anche acquistare il libro http://www.giunti.it/libri/narrativa/il-libro-del-male/, non vi farò lo spoiler della storia, ma vi parlerò dello stile e di come il libro è organizzato.

La prima grande peculiarità sono i capitoli. Infatti sono molto brevi e questo è sicuramente un elemento che scandisce la narrazione in modo incalzante e serrato. Mi spiego meglio. I libri thriller devono avere uno stile incalzante. Ciò è necessario perché ti porta a leggerlo in un batter d’occhio, non riesci a chiudere il libro nonostante siano le 3 di notte, ancora un capitolo, fino a quando non vedi che lo hai quasi finito e te lo sei praticamente divorato.

Per quanto riguardala scrittura è assolutamente anglosassone: molto asciutta, minimalista non per niente prolissa. Devo anche dire che un merito va dato all’ottima traduzione che è stata fatta dalla casa editrice.

I personaggi. Il detective Tony MaLean è uno di quei detective pronti all’azione (mentre lo leggevo mi ricordava il detective della serie di successo di Sky Atlantic – True detective), che non lascia niente al caso e che ha un passato molto doloroso alle spalle da dover superare.

Serial killer, incendi, un passato da dimenticare sono gli ingredienti base di questo thriller emozionante che tiene con il fiato sospeso fino alla fine. Una lettura che viene fatta tutta di un fiato senza battute di arresto!

Buona lettura!

 

Io leggo perché leggere è la mia vita

10968544_337804973080431_4856207161522996286_n

 

E tu perché leggi? Impazza sul web l’hashtag #Ioleggoperché la nuova iniziativa promossa dall’AIE.

#Ioleggoperché è parte integrante di ciò che sono, #Ioleggoperché mi emoziona, #Ioleggoperché i sogni più belli li ho fatti leggendo un libro, #Ioleggoperché amo l’arte di chi scrive divinamente. E vi assicuro che potrei continuare all’infinito a dare motivazioni che mi spingono a leggere e amare la lettura.

Read More