In viaggio tra le blogger – Puntata #3

Il nostro viaggio tra le blogger continua. Oggi lasciamo la parola a L’odore dei libri 7

Ci abbiamo preso gusto penserete voi! Ebbene sì, pensate benissimo!

Oggi il nostro spazio è dedicato a due sorelle che hanno creato il loro blog per pura passione. Non conosciamo i loro nomi perché nel blog non parlano di loro ma dei libri e del loro amore per la lettura.

Non siete anche voi curiosi di conoscerle?

Quindi è con grande piacere che vi presentiamo L’odore dei libri 7.

Lasciamo loro la parola e vi auguriamo buona lettura!

Care ragazze della redazione de “L’odore dei libri 7” grazie per il vostro tempo. Di solito un blog letterario è gestito da una sola persona voi siete in tanti. Raccontateci un po’ di voi, presentatevi… fatevi conoscere!

Salve a tutti, innanzitutto permetteteci di vi ringraziarvi per questa bellissima opportunità che ci state offrendo. In realtà non siamo tanti, ma solo in due, siamo infatti due sorelle che condividono la passione per la lettura. Siamo entrambe studentesse universitarie e stiamo per raggiungere assieme il nostro primo traguardo. Abbiamo tre anni di differenza l’una dall’altra ed una di noi due ha avuto precedentemente esperienze in campo letterario auto-pubblicando un libro.

 

Come nasce l’idea di aprire un blog letterario?

L’idea è venuta ad una sola di noi due effettivamente, che ha deciso da sola di aprire il blog, una volta creato quest’ultimo, che di fatto era totalmente privo di contenuti, ha deciso di confidare questa sua iniziativa alla sorella sperando in un appoggio, che come vedete c’è stato. Girando tra i vari blog, ci siamo accorte che nessuno “apre le porte” ai lettori. Mi spiego, se un giorno io mi svegliassi ed avessi voglia di recensire un libro che a me non è piaciuto, non saprei dove farlo, se non sui siti online che per l’appunto vendono i libri, nessun blog dava l’opportunità di cimentarsi nella stesura spassionata di una recensione. Un’altra cosa era il genere letterario recensito, prevaleva e prevale fortemente il genere “rosa”, interi blog che recensiscono un solo genere!

Sono queste le ragioni per cui abbiamo deciso di metterci in gioco, volevamo creare un blog che permettesse a chiunque ci esprimere i propri pareri su un determinato libro, anche se questo era già stato recensito perché ciò che piace a me, può non piacere a te, per ragioni totalmente diverse dalle mie. Volevamo creare un blog che inglobasse recensioni di svariati generi e che perciò si facesse leggere da un pubblico più vasto. Abbiamo poi deciso di abolire i voti, che sinceramente non sono affatto carini e che sono invece presenti in tutti i blog, non critichiamo nessuno, sia ben chiaro, ma noi non siamo nessuno e non possiamo permetterci di dare un voto ad un libro perché in realtà non ne abbiamo le competenze (e non ci sembrava moralmente giusto).

Poi dato che ormai vi abbiamo confessato che una di noi ha pubblicato un libro, possiamo dirvi che capiamo benissimo quanto possa essere utile una recensione, che sia essa positiva o negativa, ma sappiamo anche quanto possa far male all’autore.

 

E quale obiettivo vi ponete?

Il nostro obiettivo è semplicissimo, far conoscere agli altri ciò che noi pensiamo su un determinato libro, cercando di trasmettere ai nostri lettori il più possibile. Cerchiamo di indirizzarli al meglio sulle loro letture, perché francamente leggere è bellissimo e tutti dovrebbero leggere, ma è anche molto costoso e spendere tanti soldi per un libro che promette moltissimo, che ha tanta pubblicità e poi scoprire che è solo una “fregatura”, non è certamente molto carino. Cerchiamo poi di contagiare il nostro amore per la lettura a tutte quelle persone che non conoscono la bellezza dei libri.

 

Quale è stata per voi la più grande soddisfazione che il blog vi ha portato?

Sicuramente vedere oggi tante visualizzazioni ci riempie il cuore di gioia ed orgoglio, ma inizialmente il blog ci ha condotte ad avere rapporti virtuali con tante persone che condividono la nostra stessa passione. Ci ha poi dato un’altra grandissima opportunità che è stata quella di entrare a contatto con diverse autrici italiane tramite le nostre interviste. Scrivere e fare un’intervista è una cosa davvero eccitante, ma ricevere delle risposte è una soddisfazione immensa.

 

Molti pensano, erroneamente, che sia semplice aprire e gestire i contenuti di un sito. Voi come vi organizzate?

Già, noi non credevamo fosse semplice, ma neanche così difficile a dirla tutta…

La parte più difficile è l’inizio, senza ombra di dubbio. Ci si deve informare sulle funzionalità del sito, si deve studiare e ci vuole una grandissima capacità ad arrangiarsi. Purtroppo abbiamo avuto la sfortuna di non avere nessun esperto vicino, in più non siamo anonime solo per il blog ma in tutto e per tutto, nessun nostro conoscente sa dell’esistenza di questo blog quindi pur volendo non potevamo chiedere aiuto in giro. Abbiamo chiesto consigli su alcune funzionalità a blog già avviati da un bel po’ e con molta più esperienza di noi, ma non tutti sono stati felici riguardo le nostre domande. Diciamocelo, a nostro modestissimo parere ci dovrebbe essere più cooperazione e meno competizione tra i vari blog.

Alla fine abbiamo deciso che studiare entrambe tutte le funzionalità infinite del sito fosse una vera e propria perdita di tempo e anche controproducente, perciò ad una sola di noi è toccato informarsi, istruirsi e studiare, quindi in realtà una sola di noi due si occupa delle pubblicazioni sia sul blog che su Instagram, che poi è quella più esperta tecnologicamente…mica per altro!

 

Voi rappresentate per l’autore e l’editore il “lettore ideale” e allora dateci qualche dritta: che consigli potete dare ad un autore esordiente per riuscire ad attirare la vostra curiosità?

Ecco questa è una domanda molto difficile e per citare Nick Wilde di Zootropolis utimo capolavoro Disney (abbiamo volutamente tralasciato l’età, ma vi informiamo che siamo ultra maggiorenni) <<Per apparire intelligenti basta rispondere alle domande con altre domande. Ad esempio “Che consigli potete dare ad un autore esordiente per riuscire ad attirare la vostra curiosità?” “Ci state chiedendo se ci piace leggere? Sì, ci piace leggere!>>. Ovviamente stiamo scherzando! Non esiste una risposta facile a questa domanda. Certamente prendendo in mano un libro la prima cosa che si fa (dopo essere stati attratti dalla copertina e dal titolo ovviamente) è leggere la sinossi. Secondo noi è lì che un libro può davvero colpire, quindi in ciò che riguarda la trama. Qualsiasi genere si prenda in considerazione, una trama che attira e che si contraddistingue perché è originale, fuori dagli schemi, oppure è molto e promette di coinvolgere. L’idea di base che la sinossi trasmette deve incuriosire oppure stupire, insomma farsi notare. Non cadere nei soliti cliché dettati dai trend del momento è fondamentale.

 

Quali sono le caratteristiche, a vostro avviso, che un libro deve avere per essere acquistato da voi?

Probabilmente la risposta è la stessa della domanda precedente, aggiungendo che un prezzo non esagerato attirerebbe sicuramente più attenzione di un prezzo spropositato.

 

Una domanda che ci piace fare: dove fate i vostri acquisti? Librerie di catena, librerie indipendenti o shop online?

Questa domanda piace anche a noi! Diciamo che abitiamo in un posto sprovvisto di librerie, totalmente! Quindi la libreria più vicina a noi e anche la più fornita, è a 20km e fa parte di una catena. Capirete che quando andiamo facciamo una gran scorta, ma tra gli impegni universitari ed extra ciò è diventato complicato, quindi il tutto arriva in pochi giorni direttamente a casa nostra grazie ad Internet. Le librerie online sono una vera svolta per coloro che hanno una situazione tragica come la nostra, in più ci permettono di acquistare i libri con uno sconto, il che non è male affatto!

 

Il nome del vostro blog è emblematico quindi suppongo che amiate il libro cartaceo. Ma avete mai provato a leggere un e-book? Come è andata?

L’odore dei libri nuovi, il polpastrello a contatto con le pagine ruvide o lisce, il rigirare tra le mani un libro infinite volte prima di aprirlo e sfogliare le pagine sono sensazioni uniche. Poi certo non leggendo solo noi in famiglia abbiamo già riempito una libreria che non era piccola ed abbiamo la camera stracolma di libri. Abbiamo provato gli e-book ma non rendono! L’e-reader in generale e sicuramente gli ultimi usciti, possiedono un’ottima risoluzione che permette una lettura senza successivi o immediati problemi agli occhi. Il prezzo degli e-book è conveniente rispetto ai cartacei ma in fondo non ti stanno vendendo nulla, riguardo a ciò sinceramente non pagherei un e-book più di 3 o 4 euro, quindi preferiamo acquistare il cartaceo, almeno abbiamo qualcosa in mano. Con gli e-book potremmo avere una libreria virtuale stracolma senza alcun problema di spazio, è vero, ma se si dovesse scaricare mentre si legge credo che scatenerebbe una furia senza eguali che ci porterebbe sicuramente a sbattere l’e-reader a terra perdendo l’intera libreria e il dispositivo. Rispondiamo alla domanda, le sensazioni che ci trasmette un libro cartaceo l’e-book non è capace di trasmettercele, riconosciamo però che il libro elettronico può essere molto utile per acquistare un libro sul quale siamo indecisi e per il quale quindi non vogliamo rischiare di spendere troppo per poi restare delusi. Per tutto il resto il cartaceo è insuperabile. Ma, aggiungiamo che abbiamo conosciuto persone che prima comprano l’e-book, lo leggono e se il libro è stato di loro gradimento acquistano il cartaceo. A questo punto la domanda è più che lecita: “Ma se acquistate direttamente il cartaceo e nel caso in cui il libro vi avesse deluso lo rivendeste?”, questo a dimostrazione che come dicevamo il cartaceo è imbattibile!

 

Per concludere che cosa vi aspettate dal blog nel futuro? Quali i progetti futuri?

Speriamo che riesca a sopravvivere nella bolgia del web. Speriamo di soddisfare i nostri lettori e di raccogliere molti altri consensi. Ci auguriamo di continuare ad essere d’aiuto a qualcuno, se mai lo siamo state e di conoscere tanti altri autori italiani disposti a farsi intervistare da due lettrici molto esigenti e curiose.

 

In bocca al lupo ragazze!

 

Ecco tutti i loro contatti:

Instagram : lodoredeilibri7

Blog: lodoredeilibri7.blogspot.com

E-mail: lodoredeilibri7@gmail.com