In viaggio tra le blogger – Puntata #5

Il nostro viaggio tra le blogger continua! Ecco l’intervista a Martina Campisi

Parlando con alcuni colleghi editori ci siamo resi conto di quanto le vendite nelle librerie siano diminuite. Un calo fisiologico, molti sostengono, dovuto alla crisi economica. Altri invece attribuiscono la colpa al crescente aumento di “ignoranza culturale”.

Personalmente credo che il fisiologico calo di vendite sia un concausa di situazioni (non sto qui ad elencarle per non tediarvi). Penso anche che molti colleghi non si siano mai fermati un momento e non abbiamo mai buttato l’occhio all’immenso mare di persone (giovani e meno giovani) che dedicano il loro tempo alla lettura.

Non si limitano a leggere un libro, ma ne parlano tra loro. E in che modo? Oggi al tempo del “posso arrivare ovunque e in qualsiasi momento” i social servono anche a questo a creare congregazione culturale intelligente.

Proprio in queste ore alcuni book blogger hanno postato su Instagram, Facebook e i loro siti web alcune belle recensioni dei nostri libri. Ciò che mi ha stupito sono stati i commenti a questi post. In quel preciso momento ho pensato che “c’è tutto mondo” che noi editori non conosciamo e ignoriamo.

Questa rubrica nasce proprio con questo intento dare spazio ai/alle book blogger, farli parlare della loro passione, comprendere come fanno le loro scelte editoriali, dove comprano i libri, se preferiscono il libro di carta all’e-book.

Perché?

Perché sono loro i lettori che noi editori e autori vogliamo raggiungere!

Quindi siamo pronti per la nostra quinta puntata. Oggi la nostra rubrica lascia spazio alle parole di Martina Campisi, perché a noi le parole piacciono sempre tanto!

Buona lettura!

Cara Martina, grazie per averci dedicato il tuo tempo. La prima domanda è di rito: Chi è Martina? Parlaci di te e della tua passione per i libri.

Sono Martina, ho 25 anni e abito a Catania. Ho frequentato la triennale di Scienze della Formazione nell’Università di Catania per poi continuare con la specializzazione in Scienze pedagogiche e progettazione educativa, tra qualche mese dovrei laurearmi per la seconda volta. La mia passione più grande è la lettura, sin da piccola amavo leggere ma prevalentemente durante le vacanze estive, crescendo ho scoperto la serenità che mi può dare un libro ogni giorno, a fine giornata, anche dopo averla trascorsa quasi interamente sui libri universitari. Spesso, infatti, preferisco leggere qualche pagine prima di addormentarmi invece di accendere la tv e non nego di aver fatto anche le ore piccole quando un libro mi appassionava particolarmente, ci sono libri che “una pagina tira l’altra”.intervista intrecci edizioni

La tua passione per la lettura come nasce?

E quale iter ha seguito? Quali sono stati negli anni i generi letterari o gli autori che hai più amato?

Ho iniziato leggendo dei libri che mi suggeriva la scuola o comunque adatti alla mia ancora tenera età. Non scorderò mai il primo libro che lessi, “Pippi calzelunghe” di Astrid Lindgren, lo custodisco ancora nella mia libreria. Poi crescendo, come molti, mi sono avvicinata alle storie d’amore adolescenziali. Adesso leggo davvero di tutto, mi piacciono i thriller psicologici, romanzi rosa (non troppo smielati) e ogni tanto, tra un libro ed un altro, mi piace riscoprire i classici della letteratura. Per il momento sto in fissa con Italo Calvino, adoro il suo stile e non lo trovo affatto datato, mi fa riflettere e ho intenzione di leggere tutto ciò che ha scritto, piano piano.

Poi hai deciso di aprire un blog letterario. Quale è stata la molla che ti ha spinto ha fondare il tuo blog?

Poco più di un anno fa decisi di aprire un blog di recensioni e dei profili social per avere uno spazio tutto mio per raccontarmi, per condividere le mie letture, per orientare chi vuole scegliere un libro, semplicemente per dire la mia. Notai fin da subito che il blog non lo leggeva quasi nessuno, non so darmi una spiegazione certa a questo, forse Instagram e Facebook sono i social più utilizzati ed io in primis quando cerco info di qualsiasi tipo utilizzo queste piattaforme che trovo molto veloci, grazie agli hashtag trovo facilmente ciò che cerco. Ciò che comunque mi soddisfa davvero non è avere molti follwers ma semplicemente sapere di essere d’aiuto a qualcuno, avere dei feedback da altri appassionati come me, confrontarmi e scambiare opinioni.

Parliamo di Case editrice e Autori. Quanto è per te importante la Casa Editrice nella scelta di un libro da acquistare?

Sinceramente non sempre vado a vedere la Casa Editrice quando acquisto un libro ma mi rendo conto che molti fanno attenzione a questo e scelgono in base alla fama dell’editore. Ho letto e continuo a leggere romanzi di piccole case editrici che non mi hanno deluso, non ho pregiudizi di alcun tipo.

Dove preferisci fare i tuoi acquisti in libreria o negli store online?

Di norma acquisto nelle librerie che ci sono nella mia città, spesso mi lascio tentare dalle offerte ma altrettanto spesso acquisto negli store online come Libraccio.it, trovo libri usati a prezzi accessibilissimi per le mie tasche da universitaria squattrinata e mi sono sempre trovata bene, in particolare adoro i libri invecchiati ed ingialliti dal tempo ma sempre in buone condizioni. Ultimamente ho scoperto anche Acciobooks, qui scambio i libri che non voglio più tenere nella mia libreria con altri che mi incuriosiscono, ho scoperto così quanto sia soggettiva la lettura di un libro e quanto questo possa arrivare in modo assolutamente diverso ad ogni lettore.

Una curiosità: quanti libri leggi in un mese?

Di norma faccio fuori un libro a settimana ma dipende dai periodi, a volte vado più lentamente soprattutto durante le sessioni d’esame, altre volte vado più spedita. Nell’ultima settimana, avendo fatto fuori tutti i miei esami, ho letto tre libri e ieri ne ho iniziato un quarto.

Per concludere. Quali sono i tuoi progetti futuri?

Nel mio futuro spero di poter trovare il lavoro che desidero fare da tanto e per cui ho studiato fino ad ora, mi piacerebbe insegnare ai piccoli, approcciarmi a loro mi riempie moltissimo e sento di avere grandi responsabilità nei loro confronti. Un altro piccolo sogno, sicuramente molto meno fattibile, sarebbe quello di aprire una libreria tutta mia. Mi piace sognare!

 

Ecco dove potete trovare Martina Campisi:

Face Book: https://www.facebook.com/Milioni-di-libri-Recensioni-1380315742268048/

Sito Web: https://milionidilibri.wordpress.com/

Instagram: https://www.instagram.com/milioni_di_libri/