In viaggio tra le blogger – Puntata #8

La nostra rubrica, in viaggio tra le blogger, è inarrestabile!

Siamo inarrestabile e instancabili!

Come d’altro canto lo sono i blogger e le blogger che ogni giorno postano recensioni e immagini di libri.

Un mondo che andrebbe conosciuto e valorizzato, perché ogni libro che leggiamo lascia un impronta sulla nostra anima, ci trasmette un significato, un messaggio che sarà sempre diverso perché ognuno di noi è diverso.

Al di là delle strategie di marketing, dei personal branding e del neuromarketing ci sono le persone che prendono in mano un libro e, dalla prima pagina, lo leggono sino alla fine.

Ecco le persone, sono a loro che ci rivolgiamo ogni giorno pubblicando i nostri libri e sempre alle persone che seguono il nostro blog vogliamo presentare una nuova e giovane bookblogger: Graziana Licciardi.

Graziana è l’ideatrice del blog Amante dei libri, che vi consigliamo di visitare per la passione e l’attenzione che mette nelle sue recensioni.

Buona Lettura!

Cara Graziana, grazie per averci dedicato il tuo tempo. La prima domanda è di rito: Chi è Graziana? Parlaci di te e della tua passione per i libri.

Intanto ringrazio te, Lucia e la casa editrice Intrecci Edizioni per l’opportunità.

Mi chiamo Graziana, ho 25 anni compiuti nel mese di maggio e sono una studentessa universitaria. Sin da piccola ho sviluppato questa passione per lettura, difatti più che considerarla un hobby, la lettura per me è qualcosa in cui mi rifugio. Attraverso la lettura di un libro riesco a distaccarmi per quell’ora (a volte molto più di un’ora) da tutto ciò che mi circonda. Trovo che sia un anestetico al malessere quotidiano.graziana_licciardi

 

La tua passione per la lettura come nasce?

Questa passione, come già vi ho accennato, nasce dall’infanzia. Mia madre aveva l’abitudine di leggermi le fiabe dei fratelli di Grimm per farmi addormentare. Crescendo, questa passione mi ha accompagnata giorno dopo giorno, diventando una parte fondamentale di me.

 

Quali sono stati negli anni i generi letterari o gli autori che hai più amato?

Ho attraversato diverse fasi nella mia vita per quanto riguarda la lettura. Durante l’infanzia ero avvezza alla lettura di fiabe, tra cui “Alice nel paese delle meraviglie” di Lewis Carroll, in quanto era (e lo è tuttora) la mia preferita. Crescendo, durante la fase adolescenziale mi sono accostata alla lettura dei classici per ragazzi come Piccole donne, Piccole donne crescono, Il piccolo principe e i cosiddetti bestseller del momento. Al raggiungimento della mia maggiore età, grazie anche ai miei studi liceali e universitari, i miei gusti si sono indirizzati verso generi svariati: dal romantico/contrasto di classe come Orgoglio e Pregiudizio di Jane Austen alla lettura dei grandi classici italiani e non come Italo Calvino, Leonardo Sciascia e Nabokov (di cui amo Lolita), al giornalismo realistico di Oriana Fallaci o alla straordinaria narrativa di Alessandro Baricco. Da un paio d’anni il mio interesse letterario ha inglobato la letteratura giapponese in particolare di autori come Banana Yoshimoto e Haruki Murakami.

 

Ora che tipo di libri ami leggere?

Non ho un genere letterario predefinito, mi lascio condizionare dalla trama e dall’umore. Seguo l’istinto in base a ciò che mi va di leggere in quel particolare momento. Tuttavia, al momento mi sto dedicando alla lettura delle opere di Italo Calvino e Gianfranco Zavalloni per il mio elaborato di tesi universitaria.

 

Poi hai deciso di aprire un blog letterario. Come è nata l’idea?

L’idea di aprire un blog è nata da una piacevole chiacchierata con la mia collega/amica Martina, anche lei amante di libri. Avevamo l’abitudine di fare acquisti comuni online e consigliarci le diverse letture e ad un tratto un giorno mi fa: “Ma perché non scrivi recensioni su un blog?”. E così è nata Amante di Libri.

 

Quale è stata la più grande soddisfazione da quando hai intrapreso questa avventura?

Credo che le soddisfazioni siano quotidiane. Aver avuto la possibilità di recensire libri di diverse case editrici è stata per me un emozione grandissima. Ogni volta che suona il campanello che segnala l’arrivo di un nuovo pacco, già per me segna un enorme soddisfazione perché vuol dire che c’è qualcuno che crede nel mio lavoro. Tuttavia, credo che l’incontro alla Feltrinelli con Massimo Bisotti e aver parlato con lui di questa mia iniziativa, è tra le soddisfazioni al momento quella che predomina.

 

Parliamo di Case editrici e Autori. Quanto è per te importante la Casa Editrice nella scelta di un libro da acquistare?

Quando scelgo un libro tengo in considerazione diversi fattori. Innanzitutto, guardo la copertina e il titolo poi cerco di capire da quale casa editrice provenga e ne leggo la trama. Sono sempre aperta alla conoscenza di nuove case editrici, mi piace essere stupita, quindi non per forza la mia attenzione è riservata solo alle grandi distribuzioni. Stessa cosa per gli autori emergenti sono propensa alla lettura di essi per aiutarli ad emergere.

 

Dove preferisci fare i tuoi acquisti in libreria o negli store online?

Se devo fare degli acquisti solitari preferisco andare in piccole librerie, se ve ne sono, anche se un giro alla Feltrinelli non lo rifiuto mai. Mi sento a casa lì dentro, ci perdo ore ed ore. Se devo fare invece acquisti insieme a delle colleghe o amiche (come è successo nei mesi scorsi), ci serviamo dello store online Libraccio oppure di altri siti di scambio/libri.

 

Tu hai un blog ma utilizzi moltissimo Instagram e face Book. Quali tra questi social pensi sia più d’impatto?

Ogni qualvolta scrivo una recensione sul mio blog tendo a diffonderla in entrambi i social network. Anche se devo dire che un impatto maggiore per i singoli post lo riscontro su instagram. Per quanto riguarda i follower su facebook.

 

Una curiosità: quanti libri leggi in un mese?

Con l’inizio di questa iniziativa, il numero dei libri letti in un mese è raddoppiata. Credo, di leggere sommariamente 10 libri, esami ed impegni permettendo.

 

Per concludere. Quali sono i tuoi progetti futuri?

Al momento sto preparando le ultime materie e scrivendo la tesi, sperando di conseguire a breve la mia laurea specialistica in Scienze pedagogiche e progettazione educativa. Difatti, il mio sogno sarebbe trovare un lavoro nel mio campo in qualche comunità alloggio per minori o in un asilo. La mia speranza è di poter stare a contatto con più bambini possibili e di lavorare nel campo per cui ho studiato. Nel frattempo continuerò a coltivare la mia passione per lettura, sperando magari un giorno di poter scrivere in qualche inserzione giornalistica le mie recensioni. Sogno troppo? Bè, un autore disse una volta: Siamo fatti della stessa sostanza di cui sono fatti i sogni, per cui io continuo a sognare nella speranza che tutto ciò si avveri.

 

In bocca al lupo Graziana!

 

Ecco tutti i suoi contatti:

Blog:https://amantedeilibriblog.wordpress.com/

Facebook: https://www.facebook.com/amantedeilibri91/

Instagram: https://www.instagram.com/amante_di_libri/